Articoli

Posta PEC

La posta Elettronica Certificata è ormai obbligatoria per tutte le aziende.


Le comunicazioni effettuate con questo strumento hanno valore legale ed inoltre velocizzano l'invio di documenti, permettendo così un risparmio sia economico che di tempo.

Entro il 29 NOVEMBRE 2011 tutte le imprese già costituite in forma societaria devono dotarsi di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC), comunicandolo al Registro delle Imprese, come previsto dal DL 185/08 Art.16.

La Posta Elettronica Certificata (PEC) è il sistema che consente di inviare e-mail con valore legale, equiparate ad una Raccomandata con ricevuta di ritorno.

Grazie ai protocolli di sicurezza utilizzati, la PEC è in grado di garantire la certezza del contenuto non rendendo possibili modifiche al messaggio, sia per quanto riguarda i contenuti che eventuali allegati.

Se non ha gia' attivato un indirizzo di Posta Elettronica Certificata contattaci al più presto.

La casella PEC è:
• capiente: contiene 1 GB di dati (oppure 5 GB sulla versione PEC-PRO)
• personalizzata: ha il formato Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
• sicura e priva di SPAM: può garantire la certezza del contenuto
• economica: consente di inviare email con valore legale, evitando i costi delle raccomandate

Riferimenti normativi: Art. 16, comma 6 del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito nella  legge 28 gennaio 2009, n. 2
"Le imprese costituite in forma societaria sono tenute a indicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata nella domanda di iscrizione al registro delle imprese o analogo indirizzo di posta elettronica basato su tecnologie che certifichino data e ora dell'invio e della ricezione delle comunicazioni e l'integrità del contenuto delle stesse, garantendo l'interoperabilità con analoghi sistemi internazionali. Entro tre anni dalla data di entrata in vigore del presente decreto tutte le imprese, già costituite in forma societaria alla medesima data di entrata in vigore, comunicano al registro delle imprese l'indirizzo di posta elettronica certificata.  L'iscrizione dell'indirizzo di posta elettronica certificata nel registro delle imprese e le sue successive eventuali variazioni sono esenti dall'imposta di bollo e dai diritti di segreteria."

Chi è tenuto ad iscrivere la PEC al Registro Imprese?
L'obbligo di iscrizione della PEC sussiste per le società di capitali e di persone: ad esempio S.p.A., s.r.l., s.n.c., società in accomandita semplice e società per azioni, società di mutuo soccorso, società cooperative.

Chi è NON tenuto ad iscrivere la PEC al Registro Imprese?
Le imprese individuali e quelle non costituite in forma societaria NON sono tenute ad iscrivere la PEC al Registro Imprese. Per i privati NON sussiste alcun obbligo di attivazione della PEC.

A chi spetta l'onere di iscrivere la PEC aziendale al Registro Imprese?
La comunicazione della propria casella PEC al Registro delle Imprese è una operazione a carico del Cliente. Occorre far riferimento alle informazioni disponibili sul sito del Registro delle Imprese: http://www.registroimprese.it/dama/comc/comc/IT/pec/indexSocieta.jsp